home   <|>   biografia   <|>   carriera  <|>   galleria foto   <|>  rassegna stampa  <|>   partner   <|>   contatti

 


ultimo aggiornamento agosto 2007

<back>    <vecchi articoli> <ultimi articoli > <rassegna giro 2008>

dopo la Grande vittoria al Giro Vela 2006 i festeggiamenti di sabato 11.08.07  dedicati alla vittoria del 2007 sono stati un gran successo!! una festa ben riuscita con grande partecipazione sia da parte della popolazione della città di Riva che del mondo politico, oltre agli sponsor che anche in questa occasione voglio ringraziare! un grazie anche all' associazione Bacionela che anche quest'anno ha riempito le nostre pance!

(vedi l'articolo di questo evento)

 

 

Ostia, 21 luglio 2007. Parma-Cometal e Riva del Garda-Pregis sono gli equipaggi che oggi festeggiano: l'una la vittoria dell'ultima regata, il bastone di Ostia, l'altra la vittoria del 19° Giro d'Italia. Questo il terzo successo per lo skipper Gianni Torboli, il secondo consecutivo!

anche dal team di Mascalzone Latino, che ringrazio, arrivano i complimenti!! 


vinto il giro vela 2007!!


un pò di informazioni riguardo il giro.. “Giro d’Italia a vela” prende l’avvio per la prima volta, nel 1988, da una felice intuizione dello skipper Cino Ricci, che a buon titolo ne diviene il “Patron”. Oggi il “Girovela”, da tutti i velisti, è considerato il migliore evento agonistico organizzato in Italia, quest’ anno vedrà gli equipaggi salpare da Rosignano (Livorno) il 21 giugno per approdare il 22 luglio a Lignano (Udine). La formula di gara, da sempre, risulta studiata sapientemente in modo da rendere accessibile la partecipazione sia a dilettanti che a professionisti. Ogni anno, nel luglio, la nostra Penisola, viene circumnavigata nei suoi mari, alternativamente un anno in senso orario ed il successivo in senso antiorario. L’intera manifestazione, della durata circa di un mese, è segmentata in tappe. Nel mare antistante la sede di tappa si disputano le regate a bastone di circa 15 miglia, mentre nei trasferimenti, le regate lunghe possono essere: costiere quando sono intorno alle 80 miglia, o d’altura fino a 200 miglia. essere: costiere quando sono intorno alle 80 miglia, o d’altura fino a 200 miglia. L’imbarcazione è uguale per tutti i team, essa è fornita dall’organizzatore e si tratta di un  Maxi Dolphin G34 disegnata dallo studio Finot nota per la sua caratteristica di planare nelle andature con venti portanti. Il regolamento prevede che ogni barca deve disporre di un equipaggio di 16 elementi dei quali 12 sono obbligati a darsi il cambio a bordo mentre l’equipaggio di manovra in gara è composto da 6 velisti. Tutto questo comporta necessariamente la pianificazione dei viaggi in treno o in aereo per garantire la presenza ed il ricambio dell’equipaggio ed il tutto implica anche un’organizzazione logistica a terra che comprende 1 o 2 camper per barca con relativo personale. In ogni porto, sede di tappa, vicino all’ormeggio delle barche, in uno spazio predisposto, i circa 30 camper di tutti i team, danno vita ad un villaggio, dove gli equipaggi trovano alloggio e ristoro. In pratica nella sede di tappa si arriva disputando una regata lunga, il giorno seguente si gareggia in una a bastone ed il giorno successivo ancora, si riparte sfidandosi in una nuova regata lunga. Organizzare un team comporta delle spese elevate che vanno dall’iscrizione-affitto dell’imbarcazione, al noleggio dei camper, al vitto quotidiano minimo per 10 persone. L’intervento degli sponsor si rende quindi necessario e determinante. A loro volta questi traggono beneficio dal ritorno d’immagine attraverso le televisioni, i giornali ed i media in generale. Gli sponsor possono inoltre disporre di un villaggio VIP dove, in appositi stand, viene data loro la possibilità di distribuire e promuovere i loro prodotti, facendoli così conoscere al pubblico. La manifestazione è correlata anche da uno spettacolo itinerante con esibizioni di cantanti, comici ed attori…tutti di prima levatura. Una manifestazione davvero ricca di eventi e di emozioni! Soprattutto per quanto riguarda la regata vera e propria nella quale gli equipaggi si sfidano in acqua con lealtà e spirito agonistico. Le competizioni sono davvero molto combattute, e spesso gli equipaggi ingaggiano interminabili barca a barca. L’ imbarcazione da me organizzata porta il nome di “Riva del Garda” ed è con fierezza che posso dire, da ormai 4 anni, che siamo il team da battere.  Sono i risultati che parlano chiaro: 2002 vincitori del Giro – 2003 terzi classificati – 2004 secondi – 2005 secondi…con ottima soddisfazione di tutta la mia squadra, degli sponsor e naturalmente mia. Anche quest’anno non mancherò e sarò  alla partenza con un equipaggio composto, oltre che da gardesani, anche da velisti provenienti da varie zone della Penisola, tutti, con il proposito e la grinta giusta per ripetere le performances degli anni passati.

<torna su>